Google My Business come funziona? Una breve recensione

Last modified on 28 giugno 2018 at 22:33

on 21 luglio 2014 SOCIAL NETWORK and Tag:, with 0 comments
Recensioni Google My Business

 
A giugno 2014 il colosso di Mountain View lancia il suo nuovo servizio Google My Business. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come utilizzarlo per la tua attività!
 

Cos’è Google my Business

Poco tempo fa (giugno 2014) mi sono imbattuto nel nuovo prodotto di Google : GOOGLE MY BUSINESS.
Come si può dedurre è un servizio rivolto ad aziende, negozi, imprese locali e attività commerciali che intendono rafforzare la loro presenza online direttamente sul motore di ricerca.
 
Attraverso la piattaforma, totalmente gratuita, è possibile infatti promuovere prodotti e servizi che un’azienda offre in una determinata zona geografica.
Con questo sistema la tua azienda sarà più visibile e gli utenti troveranno la tua sede facilmente grazie all’integrazione con la mappa di Google.
 

Come funziona Google My Business?

Grazie ad un amico, proprietario di un’attività, mi sono iscritto (anzi, l’ho iscritto) ed ecco qui le mie prime e concise impressioni sull’utilizzo di Google my Business e una breve guida all’utilizzo.
 

Innanzitutto mi sono recato nella pagina di Google My Business dal seguente URL.

Sfogliando la pagina di presentazione si intuisce che Google ha raccolto in un solo servizio tutte le potenzialità dei suoi classici prodotti: Google+ e Google Places.

Come primo step si può scegliere che tipo di attività promuovere : ESERCIZIO PUBBLICO – SERVIZIO – BRAND.

Google My Business come funziona

 

Si viene da qui catapultati sulla mappa di Google e nella barra di digitazione bisogna comporre il nome dell’ attività da promuove. Nella finestra di dialogo selezionare l’utlima voce “Nessuna Corrispondenza – Aggiungi la tua attività”.

Google My Business recensione

 

Dopo aver compilato e confermato il form si crea in automatico una pagina di Google+.

Google a questo punto invierà entro 10 giorni, all’ indirizzo della località da promuovere, una cartolina con il codice di attivazione o richiederà una conferma telefonica per l’attivazione della scheda.
Una volta confermato, la pagina commerciale di Google my Business viene creata.
 

Che cosa inserire nella scheda?

All’ interno di essa si possono inserire le varie informazioni sull’ aziendanumero di telefono, email, sito, orari di apertura, aggiungere foto, creare post – che saranno visibili, fin da subito, nei risultati dei motori di ricerca e in particolare nel box di Google che compare nel lato destro della SERP quando si cerca con una determinata parola chiave (ex Hotel Milano, Supermercati Bergamo, Hotel + nome etc).
 
Nella dashboard di Google my Business tutto è semplificato ed è possibile anche visualizzare le statistiche degli utlimi 30 giorni, gestire le recensioni dei clienti e commentarle.
 
Google My Business ha quindi cercato di creare una piattaforma che sia in grado di avere sotto controllo tutte le informazioni legate ad un’attività locale, aumentando le possibilità di successo, di conversione e di aumento della brand awareness.

Google My Business recensioni

 

Le recensioni su Google My Business

 
L’opportunità di poter rilasciare recensioni su Google my Business da parte dei clienti è un’occasione da non sottovalutare.
L’interazione infatti fa parte del sistema social network e dell’evoluzione del mondo digitale che abbatte le barriere comunicative tra clienti ed aziende. La recensione negativa o positiva che sia, deve essere vista come motivo per potersi sempre migliorare.

L’unico limite, legato a questo nuovo servizio, è che forse le persone sono abituate a lasciare recensioni all’interno di altre piattaforme, che fino ad oggi generano maggior interazione (esempio Facebook).
 
(AGGIORNAMENTO 2018) Come previsto, le recensioni negli anni hanno acquisito sempre più valore, diventando fondamentali per migliorare la reputazione e la visibilità di una scheda GMB.
 

Le statistiche

Come anticipato, GMB offre all’amministratore della pagina la possibilità di visualizzare le statistiche relative a:

  • come gli utenti trovano la tua azienda
  • dove gli utenti visualizzano l’attività su Google
  • che azioni fanno
  • che fotografie visualizzano
  • quanti richiedono indicazioni stradali
  • quante chiamate totali effettuani
  • quantità di foto

 

Possibilità di creare un mini sito

Negli ultimi aggiornamenti (2018) GMB ha dato la possibilità di creare un mini sito.
Per chi ha già un sito web non è utile crearne uno con Google My Business, per chi non ha un sito e vuole crearne uno senza grosse pretese (ma con grossi limiti) può essere comunque una soluzione.
 

Google My business e la Local Search

Oltre alla SEO classica si consiglia di aggiornare la pagina Google My Business, con foto, informazioni, post su Google +, orari e Google Business View (video a 360°) per raggiungere un maggior numero di clienti.

Questo servizio di Google è diventato infatti un caposaldo della Local Search.
Avere una pagina My Business per le attività locali, come bar, ristoranti, negozi o aziende è diventato ormai fondamentale per presidiare il motore di ricerca.
 
Nel 2017 infatti Google ha dato un segnale forte a riguardo, inserendo all’interno della scheda commerciale una visualizzazione che indica gli orari di maggior affluenza da parte dei clienti. In questo modo questi dati consentono ai clienti di pianificare la loro visita ed essere consapevoli degli orari di punta e di maggior affluenza.

Conclusione

In questo articoli ti ho spiegato cos’è e come funziona Google My Business. Credo che questo sia un prodotto molto utile e ricco di grandi potenzialità.
Riassume in una semplice applicazione tutto ciò che un’ attività deve avere online. E’ un biglietto da visita perfetto ed evoluto che non deve mancare a nessuna realtà aziendale.

 

 

Leggi anche...