Sei qui: Andrea Gavardi | SEO Specialist » SEO - Search Engine Optimization » Aggiornamenti algoritmi di Google: la loro cronistoria dal 2003 ad oggi

Aggiornamenti algoritmi di Google: la loro cronistoria dal 2003 ad oggi

evoluzione algoritmi di Google SEO

Alla base del funzionamento dei motori di ricerca ci sono gli algoritmi. Google lancia spesso aggiornamenti algoritmici che vanno ad intaccare il ranking dei risultati di ricerca. Questi update, che hanno lo scopo di rendere Google un motore di ricerca sempre più preciso, molto spesso scuotono in modo massivo le SERP (Search Engine Result Page).

In questo articolo ti elencherò gli update algoritmici più rilevanti avvenuti dal 2003 al 2021 circa. Per la costruzione di questa cronistoria ho utilizzato l’ottima fonte del sito di MOZ. Se vuoi approfondire quindi l’argomento ti consiglio di visitare la loro sezione dedicata.

Cosa sono gli algoritmi di Google

Gli algoritmi di Google sono sistemi che regolano il posizionamento dei risultati in SERP “penalizzando” o “premiando” i siti che rispettano determinati parametri. Riporto una definizione data proprio dal colosso di Mountain View:

Vuoi una risposta, non miliardi di pagine web. Gli algoritmi sono programmi informatici che cercano indizi per restituirti esattamente ciò che desideri.

Come si chiama l’ultimo update dell algoritmo di Google?

Il “nome” dell’ultimo update dell’algoritmo di Google è:

JULY CORE UPDATE 2021 (in corso)

Gli aggiornamenti degli algoritmi di Google e la loro evoluzione

Ecco la storia dell’evoluzione dei più importanti aggiornamenti algoritmici di Google dal 2003 ad oggi (2021).

Gen 2003

Forida e Dance

Algoritmi Florida e Dance, penalizzano i siti che fanno uso del Keyword Stuffing – una pratica che si attua sul piano contenutistico, e che si basa sulla ripetizione della parola chiave in modo innaturale.

Gen 2003
Gen 2004

Austin

Algoritmo Austin – penalizza le pagine che nascondono parole chiave. Ad esempio parole che hanno lo stesso colore dello sfondo di pagina.

Gen 2004
Gen 2005

Nofollow e Local Maps

Algoritmo No follow realizzato per favorire la qualità dei link in entrata evitando di seguire i commenti nei blog e i link che fanno spam.
Local Maps: aggiornamento degli algoritmi delle mappe.

Gen 2005
Mag 2007

Universal Search

Integrazione all’interno dei risultati di ricerca di immagini, news, video. Cambio strutturale delle SERP.

Mag 2007
Ago 2008

Google Suggest

Google Suggest – quando digiti una parola nella barra di Google compare una lista con dei suggerimenti di ricerca. Questo risultato è il frutto di questo algoritmo.

Ago 2008
Dic 2009

Real Time Search

Feed in tempo reale sulle SERP: feed di Twitter, nuovi contenuti e Google News.

Dic 2009
Apr 2010

Google Places, Instant e Rollout Caffeine

Integrazione pagine Google Places nei risultati e lancio di nuove funzionalità. Termine del roll-out di Caffeine.

Apr 2010
Gen 2011

Panda – Freshness – Schema Org

Algoritmo Panda – Forse il più “famoso” penalizza i contenuti di bassa qualità, duplicati e con troppa pubblicità. Diverse varianti lanciate nell’anno.
Freshness – algoritmo che premia i contenuti recenti.
Schema.org – Google, Microsoft e Yahoo uniti per l’implementazione dei dati strutturati.

Gen 2011
Gen 2012

Penguin e vari update Panda

Algoritmo Penguin che riconferma le penalizzazione del lato keywords stuffing e dei backlink di dubbia provenienza (anche acquisto di link).

Gen 2012
Ago 2013

Hummingbird  

Hummingbird – Algoritmo totalmente nuovo che cerca di migliorare i risultati per le ricerche longtail – quelle più lunghe e complicate. Cerca di avvicinarsi sempre più alla semantica umana cercando di capire il significato di una frase complessa.

Ago 2013
Lug 2014

Pigeon e https/SSL Update

Pigeon – Aggiornamento massivo per quanto riguarda la parte della Local SEO. Con questo update Google afferma di aver avvicinato l’algoritmo locale a quello Core.
SSL – Google afferma l’importanza di avere siti con protocollo https. A parità di condizioni un sito con certificato SSL sarà favorito rispetto ad uno senza (http).

Lug 2014
Apr 2015

Rank Brain – Quality Update – Mobilegeddon

Rank brain – il Machine-Learning è diventato parte integrante dell’algoritmo.
Quality Update – aggiornamento che impatta sui segnali di qualità.
Mobilegeddon – tendenza a favorire i siti Mobile-Friendly.

Apr 2015
Mag 2016

Vari aggiornamenti Penguin e Mobile Friendly

Penguin 4.0 – vari aggiornamenti importanti dell’algoritmo attivo in real-time e inserito nell’algoritmo Core.
Mobile first – nuovo lancio algoritmico che favorisce i siti mobile friendly su ricerca mobile.

Mag 2016
Nov 2017

Aumento lunghezza Snippet

Aumento della lunghezza delle metadescription negli Snippet delle SERP- Lunghezza fino a 300 caratteri.

Nov 2017
Ago 2018

Medic Update – Speed Update – Mobile first Indexing

Medic Update – Uno degli update più impattanti mai visti. Soprannominato Medic perché ha intaccato soprattutto siti nel settore medico/salute e più in generale il settore YMYL (Your Money Your Life).
Speed Update – La velocità è diventata un fattore di ranking per i risultati mobile.
Mobile First Indexing – roll-out completo.

Ago 2018
Ott 2019

BERT e vari core update durante l’anno

Bert – algoritmo basate su NLP – “Natural Language Processing” lanciato in 70 lingue.

Ott 2019
Gen 2020

Core Update Vari

Lanciati durante l’anno a gennaio, maggio, dicembre diversi aggiornamenti Core dell’algoritmo che hanno scosso le SERP in diversi settori.

Gen 2020
Aprile 8, 2021

Google Product Reviews Update

Google con questo update valuterà la qualità delle recensioni all’interno dei siti, mostrando in SERP quelle che si distinguono dalle altre per quanto riguarda il livello di approfondimento.

Aprile 8, 2021
Giugno 2, 2021

June and July 2021 Google Core Update

Lancio a fine giornata del 2 giugno del Google June Core Update. Ne seguirà un altro a luglio. Fonte Google Twitter

Il 23 giugno il colosso di Mountain View ha lanciato uno spam Update.

Il giorno 01 di luglio è stato lanciato il secondo Update chiamato July Core Update.

Giugno 2, 2021

Quali sono gli effetti di un aggiornamento di Google

Come dicevo, spesso gli aggiornamenti portano effetti positivi o negativi per quanto riguarda l’andamento di un sito nelle SERP del motore di ricerca generando di conseguenza aumenti e perdite di traffico organico. Qui sotto riporto un esempio di un sito che ha subito il primo Google “Medic” Update di agosto 2018 (ha intaccato in particolar modo i siti YMYL – Your Money Your Life), per poi risalire all’aggiornamento successivo. La stessa tendenza l’ha subita quasi un anno dopo.

Esempio di effetto dell'algoritmo di Google
Esempio di “montagne russe” dovuto ai vari Core Update di Google

Spesso in queste situazioni, a seguito di un calo, conviene aspettare, studiare le SERP e cercare di capire cosa possa essere cambiato. Intervenire in modo affrettato subito dopo un aggiornamento algoritmico potrebbe non portare grandi benefici.

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su